The Red Belly

THE RED BELLY è un’opera che affronta temi quali la nascita, la vita, il corpo, l’istinto, lo sradicamento culturale e la ricerca personale. Trae ispirazione dai templi shintoisti Jinja, dove le porte rosse simboleggiano il passaggio dal mondo fisico a quello spirituale. L’idea è di creare uno spazio organico: chi entra si trova all’interno di un ventre, una caverna/pancia ancestrale. In un percorso che richiama la nascita, uno spettatore attraversa la stanza rossa per accedere ad un ambiente di luce, vuoto e bianco. THE RED BELLY allude all’origine della vita: il rosso è il colore con la lunghezza d’onda più lunga, il primo della gamma cromatica che il neonato ancora in pancia riconosce. Il bianco simboleggia la rinascita, ed in sé contiene tutti i colori.