The Red Belly

THE RED BELLY è un’opera che affronta temi quali la nascita, la vita, il corpo, l’istinto, lo sradicamento culturale e la ricerca personale. Trae ispirazione dai templi shintoisti Jinja, dove le porte rosse simboleggiano il passaggio dal mondo fisico a quello spirituale. L’idea è di creare uno spazio organico: chi entra si trova all’interno di un ventre, una caverna/pancia ancestrale. In un percorso che richiama la nascita, uno spettatore attraversa la stanza rossa per accedere ad un ambiente di luce, vuoto e bianco. THE RED BELLY allude all’origine della vita: il rosso è il colore con la lunghezza d’onda più lunga, il primo della gamma cromatica che il neonato ancora in pancia riconosce. Il bianco simboleggia la rinascita, ed in sé contiene tutti i colori.



I Mangiatori di Teste

Per il finissage della residenza artistica
DELLA MANIERA DEGLI UMANI
l’artista frenopersciacalli
invita i commensali a dipingere e farcire,
secondo il loro gusto, delle teste di pasta fritta
con salse a base di legumi, verdure, formaggi,
marmellate di frutta e insalate.
Menu vegetariano con portata unica, dolce, vino e caffè.



Ribalta

Andrea Cammarano mette in scena il suo atto pittorico.

Presentazione dell’opera e cena dall’artista.

Interventi poetici di Samuel Angus McGehee in “Poyet Bellico”
Francesca Sante in “La retroguardia a piedi scalzi”



I Mangiatori di Patate

In occasione del finissage dell’installazione
de Il Sedicente Moradi
Il GattaRossa
è lieta di invitarvi
alla cena
ispirata all’opera
di Vincent Van Gogh
I mangiatori di Patate



Open Space Opening

Il gruppo di artisti del Gattarossa inaugura la sede di via de’ Serragli.
Con proiezioni e opere degli artisti del gruppo.

Colonna sonora di
Killabros TV

BACKWORDS
BANGALORE
ANDREA MI



Città Mnemonica // Firenze

Magma e Il Gatta Rossa presentano Cittá Mnemonica Firenze.

Il termine mnemonico definisce la posizione dell’individuo all’interno dello spazio urbano, dove qualsiasi punto di riferimento nascosto nella memoria diventa significativo. Il progetto Città Mnemonica si ispira all’allegoria della caverna di Platone, dove il mito esplora il rapporto dell’uomo con il proprio spazio, interrogandosi su cosa é reale o apparente. Gli artisti ricercano l’identità del luogo favorendo un incontro personale ed emotivo con la città, un’appropriazione stratificata e attiva della sua morfologia, mediante una ricerca comune e integrata.

Il collettivo londinese Magma e quello fiorentino de Il Gatta Rossa continuano la loro esplorazione immaginativa della città coinvolgendo il territorio di Firenze in un flusso di eventi che termineranno con l’inaugurazione della mostra venerdì 27 giugno alle ore 18:00 nello spazio espositivo di Via dei Serragli 75c a Firenze.
Il 28 di giugno dalle ore 21:00 avrà luogo una serata dedicata alla performance e alle video proiezioni.